FEDERALISMO & INDIPENDENZA | Approfondimento Politico

Riflessioni sul mondo di oggi…

GIORNATE UGGIOSE CHE INDUCONO CHI NON HA LA FOBIA DEL VIRUS ALL’OTIUM E ALLA LETTURA.
NE NASCONO CURIOSITA’ E IPOTESI.

LA PRIMA DI QUESTE, ATTORNO A CUI HO RIMUGINATO PER MESI, RIGUARDA LA QUANTITA’ E LA QUALITA’ DELL’APPORTO CHE IL CETO MEDIO STA DANDO ALLA COESIONE SOCIALE SOSTITUENDOSI SPESSO, CON FATTI E COMPORTAMENTI, ALLE CHIACCHIERE DEL GOVERNO, DEI CORPI INTERMEDI, DELLE SONNOLENTI BUROCRAZIE E DEI SERMONI ECCLESIASTICI.

A COMINCIARE DA ME FINO A TUTTI GLI AMICI E CONOSCENTI INTERROGATI, PROPRIETARI DI IMMOBILI O DI ATTIVITA’ AFFITTATI O DATI IN GESTIONE, DURANTE IL 2020 HANNO RINEGOZIATO GLI AFFITTI FINO A DIMEZZARLI ED OLTRE, OPPURE NON HANNO AZIONATO (NEI MODESTI LIMITI CONCESSSI) ALCUNA ESECUZIONE DI SFRATTI O DI RISOLUZIONE UNILATERALE DEI CONTRATTI IN CORSO SPESSO NON RICEVENDO ALCUN PAGAMENTO DALLA CONTROPARTE. ALTRETTANTO SPESSO HANNO TENUTO IN VITA IMPRESE IN PERDITA SECCA NON METTENDO SUL LASTRICO I PROPRI DIPENDENTI. NEL CONTEMPO HANNO PAGATO TUTTI I COSTI A CARICO DI PROPRIETA’ E ATTIVITA’ PRODUTTIVE SOLO PERCHE’ ESISTONO: LA PATRIMONIALE SOTTO ALTRO NOME.

NESSUNA STATISTICA NE’ ALCUN STUDIO E’ A DISPOSIZIONE PER APPROFONDIRE IL TEMA, QUINDI MI BASO SOLO SU DATI PERSONALI ESTESI AD AMICI E CONOSCENTI: OBIETTIVAMENTE UN UNIVERSO STATISTICO TROPPO MODESTO PER SOSTENERE TESI GENERALI E STATISTICAMENTE RILEVANTI. TUTTAVIA ALTRETTANTO OMOGENEO E CHE COMUNQUE, IN MANCANZA DI MEGLIO, PERMETTE ALL’IPOTESI DI REGGERE.

CONCLUSIONE: I PRIVATI (“BORGHESI”) HANNO “RISTORATO” PROBABILMENTE PIU’ DEL GOVERNO, HANNO ALIMENTATO L’ERARIO CONTINUANDO A PAGARE, ALMENO PARZIALMENTE TUTTI I BALZELLI DI SISTEMA, MA NESSUNO NE RICONOSCE LA VIRTUOSITA’ CHE PARE INVECE OGGETTO DI DOLOSO E COLPEVOLE OSCURAMENTO.

SICCOME IL CETO MEDIO NE USCIREBBE COME SOGGETTO VIRTUOSO, MI PARE LEGITTIMO SOSPETTARE CHE LA CORTINA DI SILENZIO FACCIA PARTE DELLA DISTORSIONE COMUNICATIVA E CULTURALE IN CORSO, TUTTA VOLTA ALLA ESALTAZIONE DELLE POCHE E OPACHE VIRTU’ STATALI E STATALISTE E ALLA DENUNCIA DELL’AGGRAVARSI DELLE DIFFERENZE SOCIALI NEL MONDO “CAPITALISTA” OCCIDENTALE.

NE DISCENDE UNA CONSIDERAZIONE PIU’ AMPIA: QUANTO ACCADE E’ COERENTE CON LA VISIONE GRAMSCIANA DELL’APPORTO DI CULTURA E INFORMAZIONE AL RAGGIUNGINENTO DELLA EGEMONIA DI CLASSE, CHE RIMANE IL SUBSTRATO PROGETTUALE DELL’INTERA FILIERA DI SINISTRA. IL PROGETTO SI E’ ARRICCHITO DA ULTIMO DELL’APPORTO DELLA “TEORIA DELLA LIBERAZIONE” UNO DEI PRINCIPALI ESPONENTI DELLA QUALE E’ OGGI DIVENTATO PAPA.

PER CUI POTREBBE VALERE LA PENA DARE UNO SGUARDO AI CONTENUTI METAMARXISTI E METACRISTIANI DI TALE TEORIA.

LA SUA TESI DI FONDO E’ L’OPPRESSIONE ECONOMICA CHE SUBISCONO I POVERI A CAUSA DEL SISTEMA CAPITALISTICO PER SUA NATURA PREDATORIO. LA POSSIBILITA’ DI “SALVEZZA” SPIRITUALE E’ LEGATA ALL’IMPEGNO DI SOVVERTIRE LA SITUAZIONE DI INGIUSTIZIA ECONOMICA INDOTTA DAL CAPITALISMO.

GIA’ BENEDETTO XVI RILEVAVA CHE QUESTA DOTTRINA CONDANNAVA “GLI AIUTI E LE RIFORME CHE MIGLIORAVANO LA CONDIZIONE DEI POVERI. ESSI VENGONO CONDANNATI COME RIFORMISMO CHE HA LO SCOPO DI ATTUTIRE LA RABBIA E L’INDIGNAZIONE CHE INVECE SONO VISTE DALLA TEROIRA DELLA LIBERAZIONE COME NECESSARIE PER LA TRASFORMAZIONE RIVOLUZIONARIA DEL SISTEMA”.

INVECE PAPA FRANCESCO NELL’ EVANGELUM GAUDIUM AFFERMA CHE “L’ATTUALE SISTEMA SOCIALE ED ECONOMICO DELL’OCCIDENTE E’ INGIUSTO “ALLA RADICE” E CHE L’ECONOMIA DI MERCATO CAUSA L’ALIENAZIONE DI MILIONI DI PERSONE NEL MONDO”, ANALISI CHE MARX FECE 150 ANNI OR SONO CON GLI EFFETTI BEN NOTI.

ATTITUDINE PERALTRO DIVERSA DA QUELLA DI SAN FRANCESCO D’ASSISI CHE “TENDEVA A INCANALARE LE INQUIETUDINI E IL BISOGNO DI PARTECIPAZIONE DEI CETI PIU’ UMILI NEL SENO DELLA CHIESA SENZA PORSI COME ANTAGONISTA AL SISTEMA” (BEN PEGGIORE ALL’EPOCA) MA CERCANDO DI CAMBIARLO SENZA “CADERE NELLA ERESIA”. PER DI PIU’ DANDO ALLA SUA DOTTRINA UN CONTENUTO DI ALTA SPIRITUALITA’ CHE NON ACCOGLIEVA ALCUNA FORMA DI VIOLENZA, MENO CHE MAI LA “VIOLENZA DI CLASSE”.

LA TEORIA DELLA LIBERAZIONE HA INVECE ELETTO I POVERI A FONTE TEOLOGICA E DI CONOSCENZA FONDAMENTALE DEL CRISTINESIMO SOTITUENDO I TRADIZIONALI INSEGNAMENTI DELLA CHIESA DI CRISTO ED INSERENDO LA VIOLENZA COME LEVA CONSENTITA PER OTTENERE IL CAMBIAMENTO.

NE ESCONO ANOMALIE DI VITA COME QUELLA, CHE CITO COME ESEMPLARE, DI TORRES RESTREPO IN COLOMBIA: SACERDOTE, PROFESSORE UNIVERSITARIO CATTOLICO, ABBANDONO’ ENTRAMBE LE POSIZIONI E SI ARRUOLO NELLA GUERRIGLIA FORNENDO ALLA SUA BRUTALITA’, DEL TUTTO UGUALE A QUELLA DELLE TRUPPE CHE LA REPRIMEVANO, SIA IL SOTEGNO ARMATO SIA QUELLO IDEOLOGICO FATTO DI UN BIZZARRO INSIEME MARXISTA/CRISTIANO.

ALLA SUA MORTE, AVVENUTA IN COMBATTIMENTO, ASSURSE COME D’ABITUDINE, A MARTIRE VENERATO DA CHI? DAI CASCAMI DELLA REVOLUCION DEL CENTRO/SUD AMERICA, CHE DA ULTIMO HA TROVATO VIRTUOSO APPRODO IN MADURO NEL VENEZUELA!

DA QUALINQUE PARTE SI GUARDI QUESTA SPECIE DI MINOTAURO IDEOLOGICO, APPARE CHIARO CHE NESSUNA TREGUA E’ PREVISTA NELLA LOTTA CONTRO LA “BORGHESIA”.

DEL RESTO L’IMPIANTO DIALETTICO DI CARLO MARX LA PONE COME ANTITESI RISPETTO ALL’ASCESA INELUTTABILE E SALVIFICA DELLA DITTATURA DEL PROLETARIATO, CHE PERALTRO FERMARA’ PER MAGIA IL DIVENIRE DELLA STORIA ESSENDO IL PUNTO DI ARRIVO CUI E’ DESTINATA L’UMANITA’.

POCO IMPORTA SE DOPO 150 ANNI E DOPO MOLTEPLICI ESPERIENZE APPLICATIVE DELLA DOTTRINA MARXISTA, IN UNIONE SOVIETICA, NEI PAESE DELL’EST EUROPA, IN ASIA, IN AMERICA LATINA, INSOMMA IN OGNI CONTINENTE, I RISULTATI SONO STATI PIU’ CHE NEGATIVI, ADDIRITTURA DISASTROSI: MISERIA, RESTRIZIONI DELLA LIBERTA’, STASI DELLO SVILUPPO, MONOCULTURA, INTOLLERANZA.

VI SI E’ AGGIUNTA DA ULTIMO LA CURA DELL’AMBIENTE SPOSANDO LA CAUSA NO GLOBAL CHE CONTESTA LE COLPE DI UN NEOLIBERISMO (CHE NON SI VEDE DA NESSUNA PARTE) TUTTO OCCIDENTALE E TUTTO CAPITALISTICO, CHE CON LA SUA INSENSIBILE RAPACITA’ STA DISTRUGGENDO IL PIANETA. E GLI ALTRI SISTEMI? QUELLO CINESE, QUELLO ISLAMICO MEDIORIENTALE? TODOS CABALLEROS!

ALTERNATIVE? NESSUNA SE NON, FORSE, LA INCONFESSATA ADESIONE ALLA DECRESCITA FELICE: NON LA SPINTA AFFINCHE’ TUTTI STIANO UGUALMENTE MEGLIO MA LA COMPRESSIONE AFFINCHE’ TUTTI STIANO UGUALMENTE PEGGIO.

L’UGUAGLIANZA: ILLUSIONE CHE L’UMANITA’ CULLA DA TEMPO IMMEMORABILE, CON IL PRESUPPOSTO ODIERNO CHE “UNO VALE UNO”. AHIME’, O PER FORTUNA, NON E’ VERO. I VALORI INDIVIDUALI SONO DIVERSI. DEL RESTO LO SI VEDE ANCHE NEL “COMUNISMO REALE”: C’E’ SEMPRE UNO O UN CERTO NUMERO DI “UNI” CHE VALGONO PIU’ DEGLI ALTRI. SI TRATTA SEMPRE E COMUNQUE DI SOSTITUZIONE DELLE EGEMONIE E NON SEMPRE, ANZI QUASI MAI, VIRTUOSE, ORWELL LO DICE IN MODO PLASTICO: “TUTTI GLI ANIMALI SONO UGUALI, MA QUALCUNO E’ PIU’ UGUALE DEGLI ALTRI”.

DEL RESTO E’ EVIDENTE A TUTTI CHE LE MANIFESTAZIONI DI PIAZZA, LE ACCOGLIENZE ALLE GRETE DI TURNO, LE CONTESTAZIONI AL SISTEMA SONO TUTTE AVVENUTE E AVVENGONO IN TERRENO OCCIDENTALE.
PER QUANTO BANALE, FORSE ACCADE PERCHE’ IL RAPACE, REPRESSIVO, INGIUSTO E ALIENANTE SISTEMA OCCIDENTALE CONSENTE OGNI MAJIFESTAZIONE (PERSINO QUELLE VIOLENTE SE PROVENGONO DALLA PARTE “GIUSTA”) E CONSENTE DI TORNARSENE NEL TEPORE DI UNA CASA ACCOGLIENTE, DAVANTI A UNA TAVOLA BEN IMBANDITA, MA FELICI DI AVER “TESTIMONIATO” LA GIUSTA CAUSA CHE INVOCA LA RADICALE CONDANNA DEL SISTEMA CHE TUTTO QUESTO HA ASSICURATO AL MANIFESTANTE.

VUOI METTERE LE MANIFESTAZIONI DEI RIBELLI DI HONG KONG, O DI TEHERAN, O LE LIBERTA’ E LA QUJALITA’ DI VITA CHE CONSENTE MADURO IN VENEZUELA, O LE VIRTUOSE CULTURE DEGLI INDIOS AMAZZONICI O DELLE TRIBU’ AFRICANE CHE VIVONO “SECONDO NATURA”, O L’ORDINE CHE REGNA SOVRANO IN COREA DEL NORD!

NON SO VOI, MA IO RIFIUTO IN BLOCCO I SOSTITUTIVI MODELLI CHE LE GRETE, I GRILLINI, I TEORICI DELLA “LIBERAZIONE”, LE PREDICHE DEGLI IMAM, GLI “ORDINI DI SERVIZIO” DELL’IMPERATORE CINESE, LE ORDALIE NORDCOREANE, I SERMONI PAPALI, I CONFUSI GARGARISMI DI SINISTRA CI PROPONGONO E I MEZZI DI INFORMAZIONE PRIVILEGIANO, CONVINTO COME SONO CHE IL SISTEMA OCCIDENTALE E’ IL MENO PEGGIORE DI TUTTI GLI ALTRI: PER QUANTO POSSO LO DIFENDO NELLA SPERANZA CHE I MIEI FIGLI LO MIGLIORINO.

Tags:
Maufrigneuse
Un uomo saggio che ha dedicato tutta la vita all’attività imprenditoriale con grande successo e che oggi guarda ai fatti di questi tempi con apprensione e sincera preoccupazione. La politica è stata la grande passione della vita da alternare al lavoro. E le passioni si sa non muoiono mai. “Un giorno un uomo ricevette la visita di alcuni amici. “Vorremmo tanto che ci insegnassi quello che hai appreso in tutti questi anni,” disse uno di loro. “Sono vecchio,” rispose l’uomo. “Vecchio e saggio,” disse un altro. “In fin dei conti, ti abbiamo sempre visto pregare durante tutto questo tempo. Di cosa parli con Dio? Quali sono le cose importanti che Gli dobbiamo chiedere?” L’uomo sorrise. “All’inizio, avevo il fervore della gioventù, che crede nell’impossibile. Allora, mi inginocchiavo davanti a Dio e gli chiedevo che mi desse le forze per cambiare l’umanità. “A poco a poco però, mi sono accorto che era un compito superiore alle mie forze. Allora ho cominciato a chiedere a Dio che mi aiutasse a cambiare ciò che mi circondava.” “In tal caso, possiamo garantirti che il tuo desiderio è stato esaudito in parte,” disse uno degli amici. “Il tuo esempio è servito per aiutare molta gente”. “Ho aiutato molta gente con il mio esempio; ma sapevo, comunque, che non era la preghiera perfetta. Solo adesso, alla fine della mia vita, ho capito qual era la richiesta che avrebbe dovuto essere stata fatta fin dall’inizio.” “E qual è questa richiesta?” “Che io fossi capace di cambiare me stesso”!