FEDERALISMO & INDIPENDENZA | Approfondimento Politico

Torna la monarchia: ora Conte è l’unica via?

Torna la monarchia. FERT FERT FERT!

No, non quella, che il legittimo dirige aziende e la versione show-business fa show-business, ma l’Italia ormai è diventata una Contea.

Saranno i famosi “danni cerebrali del COVID”: abbiamo sentito così tanto Conte che siamo convinti che non sia il cognome ma un titolo comitale.

E, per carità, nel Conte I – che oltre a Salvini e Di Maio era un governo del “passo indietro” e dei colonnelli – aveva assolutamente senso come premier: una figura secondaria e vicina al primo partito di governo.

Nel Conte II, tutto sommato, anche: resta una figura approvata dal partito principale e ha senso che resti.

Ma, quel che stupisce, sono state le numerose illuminazioni sulla via di Damasco: gente che fino al 5 settembre 2019 definiva Conte come un burattino, un fantoccio nelle mani di Salvini e un inutile ornamento ora ritiene Conte imprescindibile, unica possibilità, salvatore della Patria e così via.

Paradossalmente, pare, sembra che quelli che non l’hanno messo su siano più contisti di Conte: ci sono componenti legate al PD e a LeU che lodano Conte molto più di quanto facciano i pentastellati e, nel frattempo, diciamocelo, si sono decisamente grillinizzati.

Tralasciando il paradosso di una figura che è piaciuta misteriosamente sia alla Lega che a LeU (beh, oltre a Riccardo Molinari quando inizia a parlare di ordoliberismo, a Stefano Fassina quando inizia a parlare di sovranità e a Carlo Marx), è opportuno ricordare che Conte è un politico indipendente legato al M5S, ossia il primo partito in Parlamento.

Non è un salvatore della Patria o un’opzione imprescindibile, sicuramente è un’opzione influente per le ragioni esposte ma è relativamente assurdo l’appianamento totale del centrosinistra per il rappresentante di un partito di minoranza se si andasse a elezioni, sia che resti nel M5S che in caso di partito di Conte.

Anche perché basta tirare fuori quel che pensavano di Conte prima di andarci al governo per dar loro un duro colpo di credibilità.

Avatar
Informatico di giorno, spietato liberista che brama la secessione del Nord di notte. Con la libera circolazione, dato che amo la pizza.