FEDERALISMO & INDIPENDENZA | Approfondimento Politico

Lobby del popolo

Da quando c’è il governo del popolo le cose stanno cambiando radicalmente: Abbiamo i decreti del popolo, le leggi del popolo e addirittura la manovra del popolo, mancano giusto i commissari del popolo.

Ma sono nate anche le lobby del popolo. Che, a differenza delle precedenti lobby, tipicamente lobby in senso lato e teorico, influenzano veramente la politica a loro vantaggio e a svantaggio della collettività.

E queste lobby sono pienamente, a differenza delle altre, capaci di muovere centinaia di migliaia se non milioni di voti.

Vediamo un po’ di lobby del popolo, perché sono lobby e come possiamo cambiare le cose.

Tassisti

I tassisti sono una vera e propria lobby che, per il proprio interesse, si scatena contro la concorrenza, dunque contro la nostra possibilità di risparmiare.

Uno Stato decente avrebbe già fatto una cosa semplice: Liquidato le licenze a una tariffa fissa predeterminata e aperto il mercato alla concorrenza.

In Italia, invece, andiamo avanti sopprimendo la concorrenza perché qualcuno potrebbe perderci. Probabilmente, l’attuale classe dirigente avrebbe proibito l’automobile per tutelare il lavoro dei maniscalchi.

Dipendenti pubblici

Tra attuali ed aspiranti, basta promettere più assunzioni e stipendi più alti per avere milioni di voti. Se invece volete tagliarli scattano ricorsi su ricorsi: Uno statale è come un diamante: Per sempre.

Menzione d’onore agli insegnanti, in un sistema che invece di prendere professionisti a insegnare preferisce investire in una formazione che, in sostanza, obbliga a quel lavoro in maniera da poterli sfruttare poi come masse elettorali.

Si arriva al paradosso per cui un governo che assume centomila docenti viene accusato di essere neoliberista.

SIAE

Come forse saprete Alessandro Morelli, ex direttore di Radio Unione Sovietica Padania Libera chiede allo Stato di decidere per legge che Felicità è più bella di Bohemian Rhapsody, con ovvie conseguenze sul mercato (pesate a chi passerà alla pirateria dopo aver notato che Radio English Rock trasmette i Cugini di Campagna per legge).

A favore di questa misura la SIAE, che, guarda caso, ha un monopolio de facto sulla musica italiana. In sostanza con una legge del genere la SIAE guadagnerebbe di più.

Pensate se fosse successo con una riforma delle banche.

Pensionati

In Italia i pensionati godono di una sorta di inviolabilità morale. Loro hanno lavorato, mica come i giovani d’oggi che giocano col telefonino!

Poi magari scopri che hanno 50 anni e sono in pensione con 10 anni di contributi.

Il problema dei pensionati è che non devono la loro ricchezza a loro ma allo Stato, i politici pertanto possono fare del vero e proprio voto di scambio con i pensionati e i futuri tali.

Bisognerebbe legare la pensione a fondi e investimenti della persona, come accade oggi ad esempio in Cile, dove dopo anni di sistema puramente privato l’intervento dello Stato, implementato, è comunque quasi indifferente.

Così la politica non potrebbe comprarsi milioni di voti, a spese nostre, dicendo semplicemente “pensioni a 1000€” o “pensione per tutti”

Informatico di giorno, spietato liberista che brama la secessione del Nord di notte. Con la libera circolazione, dato che amo la pizza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi