FEDERALISMO & INDIPENDENZA | Approfondimento Politico

Sinner, l’italiano. E va bene così.

Dirò sicuramente un qualcosa di impopolare nel nostro mondo politico, ma penso sia importante anche per un fatto di coerenza ideologica: Jannik Sinner è italiano.

Che poi sia abbastanza ridicolo esultare per la vittoria di uno sportivo solo perché si condivide il passaporto, è un altro discorso.

In effetti, se siamo i primi a dire che l’Italia è poco più di un’espressione geografica che include popoli largamente differenti, con quale criterio possiamo escluderlo a prescindere?

Il criterio principale da adottare è che Sinner, almeno nell’individuale, ha scelto di essere un atleta italiano. Magari non è entusiasta, che ne so, ma mica è necessario esserlo.

Senza contare che, a livello politico, se è vero che l’Italia nel Tirolo ne ha combinate di cotte e di crude, dopo che è stata costretta ad abbassare le orecchie non si può negare che la soluzione dell’autonomia funziona, e anche benone. Sono i cittadini della Repubblica italiana con meno di cui lamentarsi, lo dimostrano la stragrande maggioranza degli indici.

Chi siamo noi per contestare ciò che qualcuno accetta di essere? Accetteremmo se ciò capitasse a noi?

Poi, certo, anche Georg Klotz era cittadino italiano, ma mi pare che abbia ben mostrato il suo, come dire… dissenso. Così come, nel campo degli sport di squadra, c’è chi costretto a partecipare ad una selezione, si dissocia come può, si vedano alcuni atleti catalani.

Non è il caso di Sinner. Che poi si possano aggiungere vari altri aggettivi ad italiano, è vero. Ma, se non volete che qualcuno venga a dettarvi ciò che dovete essere, non fatelo con gli altri.

Avatar
Informatico di giorno, spietato liberista che brama la secessione del Nord di notte. Con la libera circolazione, dato che amo la pizza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi